Vademecum per una società in Romania

L' alba di una nuova frontiera economica


Nel nostro processo costante di conoscenza dell'ambiente circostante, teso allo studio delle caratteristiche adatte alla costituzione di un futuro commerciale stabile e duraturo, la nostra attenzione è stata catturata dallo Stato che, il 1° Gennaio 2007, è entrato nell'UE proprio con la Bulgaria.
Con un PIL in crescita del 5% annuo, la Romania si affaccia sul panorama come una sorgente di acqua viva sempre più impetuosa: un passo alla volta, addentriamoci nella sua scoperta.

Il vero asso nella manica della gestione statale, secondo il Doing Business 2007, si riassume nella semplicità della creazione di imprese: oltre al 16% di imposta, la diminuzione degli obblighi normativi in vari campi, con una moderna interpretazione delle leggi in materia di lavoro, costituzione di imprese e procedure doganali ha consentito di far piombare il tasso disoccupazione al di sotto del 6%, con una forza lavoro ben istruita e salari medi moderatamente bassi.

Indicazioni generali


L'aliquota standard dell'imposta sulle società è stata ridotta, negli anni, al 16%, salvo locali notturni e società che gestiscono il gioco d'azzardo, dove è almeno il 5% del reddito lordo.
Relativamente alle micro-imprese (aziende con fatturato annuo inferiore a 100.000€ e con un numero di dipendenti minore di 10), l'imposta sulle società è decisamente più bassa.
Il capitale sociale minimo previsto per una SRL è di soli 60€, a patto che l'azienda consti di più di cinquanta soci. Le formalità di controllo sono essenziali e promuovono un movimento economico in fermento.
Per quanto concerne le società per azioni, il capitale minimo sarà di 25.000€, di cui almeno il 30% deve essere versato al momento della costituzione; sono richiesto almeno cinque soci ed un amministratore e tre revisori per la documentazione finanziaria.


 

Panoramica sui servizi bancari


La privatizzazione ha attecchito rapidamente nel settore bancario rumeno, migliorando la efficienza e la qualità dei servizi finanziari: spesso si riesce a godere infatti di contatti quotidiani con manager; molti istituti di credito gestiscono ed erogano i finanziamenti a fondo perduto o parzialmente rimborsali, tendendo in tal modo alla valorizzazione del Paese.
Con i nostri consulenti, sarete guidati man mano all'interno del cuore economico pulsante della Nazione: scegliere le giuste banche a cui affidare il proprio capitale sociale sarà nostra assoluta priorità, con un contatto diretto e continuo per informarvi e modellare la vostra nuova società, all'interno di uno dei più grandi propulsori dell'economia europea in divenire!

Stampa Stampa | Mappa del sito
© CM consulting eood 2017